Stabilizzatore e lunghezza focale

Prima di acquistare una videocamera dobbiamo guardarne le caratteristiche tecniche al fine di comprendere se è il prodotto che fa al caso nostro. Se non sappiamo nemmeno da dove iniziare, niente paura: possiamo informarci al meglio proseguendo nella lettura di questo articolo, o su Migliorevideocamera.it dedicato al prodotto. Nelle prossime righe parleremo di due caratteristiche fondamentali di una videocamera: lo stabilizzatore ottico e la lunghezza focale.

Lo stabilizzatore ottico, detto anche OIS (che sta per Optical Image Stabilization), è uno strumento molto utile. Questo infatti ci permette di ottenere dei fotogrammi ben definiti e nitidi – evitando quindi l’effetto tremolante che possiamo riscontrare in alcune foto e video scattate in situazioni particolari. Per esempio con tale funzione non si noterà il tremolio della mano – che per quanto impercettibile e minimo può influire sulla resa finale del video – e il respiro stesso di chi riprende. Inoltre ci è particolarmente utile in caso di poca luce, o quando usiamo zoom ottici particolarmente marcati. La componente in questione ha un funzionamento molto complesso: si occupa di controllare l’immagine, servendosi di obiettivo e sensore, e rilevare i movimenti della videocamera. In maniera automatica lo stabilizzatore è in grado di percepire la giusta maniera in cui gli elementi devono muoversi all’interno dell’obiettivo. Scinde poi i movimenti anomali – e li stabilizza appunto – da quelli normali.

La lunghezza focale invece indica la distanza tra lente e sensore. Il segnale luminoso arriva alla lente, mentre il sensore cattura l’immagine. Quindi pare ovvio che la lunghezza focale deve essere adeguata affinché la videocamera sia in grado di catturare l’immagine in maniera realistica e ottimale. Per riuscire a riprendere una porzione abbastanza ampia di ciò che ci circonda avremo bisogno di una lunghezza focale bassa.

In caso di scarsa luminosità dell’ambiente avremo bisogno di una videocamera in grado di riprendere ugualmente le immagini. Tale valore sulla scheda tecnica del prodotto ci viene indicato con il termine LUX. Se questo è basso allora la videocamera avrà bisogno di una minima quantità di luce per poter effettuare delle riprese di qualità. Contrariamente a quanto si possa pensare quindi è meglio scegliere una videocamera con un LUX basso.